Reti di impresa

Il rafforzamento della collaborazione industriale rappresenta la chiave per affrontare le sfide della globalizzazione e dell’innovazione tecnologica valorizzando le caratteristiche strutturali (forte prevalenza di piccole imprese presenza di un sistema di medie imprese fortemente innovative e competitive sui mercati internazionali) del nostro apparato produttivo.

Negli ultimi anni il tema delle reti di impresa ha acquisito un ampio spazio nel dibattito e l’indagine scientifica sulle sue caratteristiche ha consentito di definire le reti di impresa quale modello di governo delle relazioni stabili, contrattuali ed organizzative, tra imprese, che favoriscono gli investimenti e, quindi, la crescita economica.

La rete di imprese costituita con il contratto di rete non è una persona giuridica, ovvero non è un nuovo modello societario, sebbene la presenza eventuale di un patrimonio e di un organo decisionale, nonché la previsione di procedure decisionali che regolamentano l’espressione della volontà dei partecipanti, potrebbero indurre a pensare il contrario.

L’assenza di personalità giuridica non impedisce però lo svolgimento di un’attività esterna da parte della Rete, senza la quale sarebbe d’altro canto difficile perseguire gli scopi che sono alla base della creazione della rete di imprese.

Dunque, la Rete deve essere in grado di gestire rapporti con terzi, e quindi di attivare rapporti giuridici per conto dei partecipanti, come può essere il caso di acquisti e vendite.

D’altro canto la funzione principale del contratto di rete è la definizione di regole, attraverso cui le imprese, rimanendo indipendenti, possono realizzare progetti industriali o commerciali comuni, diretti in particolare ad accrescere la capacità innovativa e la competitività, che sono obiettivi molto ampi, e che quindi possono concernere qualsiasi produttore di beni e servizi.

L’approccio collaborativo delle Reti di imprese, infatti, comporta diversi benefici, tra i quali la conquista di nuove quote di mercato, la condivisione dei costi dei servizi comuni, i minori tempi di sviluppo e di realizzazione dei prodotti, mediante l'integrazione di clienti, partner e fornitori, la maggiore spinta all'innovazione di prodotti e servizi competitivi, i minori tempi di approvvigionamento ed ottimizzazione delle scorte, la maggiore forza e coesione rispetto agli altri competitors commerciali esterni al network e la creazione di poli di eccellenza.

La peculiarità di questa forma di rete di imprese risiede nella possibilità di coniugare indipendenza e autonomia imprenditoriale con la capacità di acquisire una massa critica di risorse finanziarie e di know how in grado di consentire il raggiungimento di obiettivi strategici, altrimenti fuori portata per la singola piccola impresa.

Promocamera si impegnerà a promuovere lo sviluppo di questa nuova forma di aggregazione tra imprese - anche attraverso azioni sinergiche e congiunte con altri partners istituzionali - con lo scopo di rafforzarne le misure organizzative, l'integrazione per filiera, lo scambio e la diffusione delle migliori tecnologie, lo sviluppo di servizi di sostegno nonché tramite la promozione di ulteriori forme di collaborazione tra realtà produttive anche appartenenti a regioni diverse.

Per informazioni: 079/2638824 - info@promocamera.it